Monthly Archives: giugno 2015

    -

Sabato 4 luglio, in prima serata su Rai 1, l’edizione 2015 di “Una notte per Caruso”

Il 4 luglio torna dalla Marina Grande di Sorrento Una Notte per Caruso, l’appuntamento estivo con la prima serata di Raiuno intitolato alla figura del più celebre tenore italiano.

Enrico Caruso

Enrico Caruso

Ogni anno il programma segue un percorso storico-musicale e propone un tema. Quest’anno il soggetto riguarda le canzoni per la pace, ovvero come la musica rappresenti un potente antidoto alle tensioni sociali e un altrettanto efficace stimolo all’aggregazione popolare. Va ricordato che lo stesso Enrico Caruso, chiamato alle armi, venne congedato soltanto un mese dopo perché i superiori affascinati dalla sua voce vollero continuasse a coltivarla lontano dalle caserme.

Da ‘O surdato ‘nnammurato a C’era un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling Stones, da Girotondo intorno al mondo a Russians, Una Notte per Caruso darà vita a una rassegna di brani di tutti i tempi composti e cantati per esortare l’amicizia, incoraggiare la fratellanza, indurre alla serenità come in quel meraviglioso inno alla distensione riconoscibile nella poesia scritta da Eduardo De Filippo nel 1948: Io vulesse truva’ pace. Con un omaggio ad un grande autore della canzone italiana, E.A. Mario, che ha firmato motivi memorabili come Balocchi e profumi o Tammurriata nera. Tra questi, Le rose rosse, in assoluto la prima canzone contro la guerra (composta nel 1919), caratterizzerà l’apertura della serata, mentre La leggenda del Piave sarà al centro di un evento particolare, legato alla controversa vicenda dei diritti mai riconosciuti a E.A. Mario, che vedrà coinvolti sul palco il presidente della SIAE, Filippo Sugar e gli eredi del compositore.

Pino Daniele e Tullio De Piscopo

Per la prima volta in televisione la reunion di musicisti della storica band di Pino Daniele, chiamata Ritmo e Passione, che insieme alla Nuova Compagnia di Canto Popolare renderà omaggio alla figura e alla musica del cantautore scomparso di recente

Cantanti e attori di fama riconosciuta si alterneranno sul palco di Sorrento per dare il proprio contributo al tema e proporre esecuzioni emozionanti e sorprendenti. Come Ritmo e Passione, Tullio De Piscopo – NCCP che riunisce musicisti che accompagnavano Pino Daniele – altre a De Piscopo ci saranno Joe Amoruso, Rino Zurzolo, Elisabetta Serio, Rosario Iermano – e che si esibirà per la prima volta proprio a Sorrento in un omaggio al grande cantautore scomparso di recente insieme alla Nuova Compagnia di Canto Popolare con la storica voce di Fausta Vetere. Suscita curiosità e interesse l’inedita coppia Enzo Gragnaniello e Serena Rossi che eseguirà Donna e Cu’mme; alla giovane cantante napoletana sarà affidato il compito di interpretare anche Torna a Surriento, brano che ovviamente non può mai mancare nel corso di questa sera. Intense e trascinanti le canzoni scelte per Patty Pravo, entrambe firmate da personalità di spicco: Un senso da Vasco Rossi, Les etrangers da Lucio Dalla.

Patty Pravo

Patty Pravo

Da seguire con interesse anche Attilio Fontana, che proporrà una sua versione di Russian di Sting, e la vincitrice di The Voice dello scorso anno Suor Cristina, che canterà L’essenziale di Marco Mengoni e la toccante Beatiful That Way dalla colonna sonora di La vita è bella. Nel 2015 cade il centenario della scrittura di un brano famosissimo, ‘O surdato ‘nnammurato, legato ovviamente al tema della serata e composto da un autore nato proprio a Sorrento, Aniello Califano. L’omaggio dedicato a questa canzone sarà interpretato da Manuela Villa, che canterà anche Amico di Renato Zero. L’emozione sarà il motivo caratterizzante della partecipazione di Elena Ledda, accompagnata da una ensemble di grandi musicisti, tra cui il polistrumentista Mauro Palmas. Tra gli ospiti della serata ci saranno anche gli attori Enzo Decaro e Gloria Guida, che vedremo all’opera anche come cantanti in un inedito duetto nella canzone Girotondo intorno al mondo di Sergio Endrigo. Ci sarà spazio anche per rievocare alcuni musical, una forma di spettacolo che ha sempre mostrato una grande attenzione ai temi della pace, dell’amicizia e della fratellanza, e celebri motivi vivranno nelle voci degli altri numerosi ospiti Marco Armani, Mauro Lusini, DeborahIurato, Floriana Monici, Leda Battisti.

 

La conduzione di Una notte per Caruso sarà affidata anche in questa edizione alla coppia formata da Elisa Isoardi e Flavio Montrucchio.

I quadri coreografici originali del programma saranno interpretati dai solisti della Mvula Sungani Physical Dance e dalla stella internazionale Emanuela Bianchini, con la partecipazione dei primi ballerini del Teatro dell’Opera di Tirana, Enada Hoxha e Gerd Vaso, e le danzatrici dell’Accademia Nazionale di danza di Tirana Shkolla e Koreografise e dell’Associazioni Sportive e Sociali Italiane. I costumi dei balletti e di tutti i momenti di spettacolo sono realizzati da Giuseppe Tramontano, la direzione musicale e gli arrangiamenti sono affidati a Vince Tempera, che guiderà per l’occasione l’Orchestra Universale Italiana.

A Enrico Caruso è intitolato il premio assegnato ogni anno dalla città di Sorrento a un grande artista che abbia contribuito a diffondere la cultura italiana. Il Premio Caruso 2015 sarà consegnato a Vittorio Grigolo, il tenore italiano oggi più famoso nel mondo.

Una notte per Caruso è un programma Athena Produzioni di Alessandro Buccini, Salvatore De Pasquale, Salvo Guercio, Marco Pantaleo, Mvula Sungani. Regia di Roberto Croce

Una notte per Caruso sarà trasmesso in tutto il mondo il 5 luglio sui canali Rai Italia 1, Rai Italia 2 e Rai Italia 3 in prima serata ora locale.


    -

Su Rai 3 la nuova stagione di “Fuori Quadro”, il programma d’arte contemporanea di e con Achille Bonito Oliva

Fuori Quadro è un programma di arte contemporanea, ideato e condotto da Achille Bonito Oliva. Il primo ciclo, composto da 12 puntate, è andato in onda su Rai 3,  nel corso del 2014.

La seconda stagione, cominciata il 14 giugno 2015, consta di 8 puntate settimanali, in onda la domenica alle 13,20.

Fuori Quadro non è un programma di informazione, ma di formazione: ogni puntata Achille Bonito Oliva sviluppa un tema, analizzato e raccontato attraverso indagini e riflessioni storiche e critiche, immagini inedite per la tv generalista, interviste con personalità italiane e straniere, tra artisti, direttori di museo, critici, collezionisti, musicisti, registi. Fuori quadro si propone di cogliere la complessità dei linguaggi contemporanei. Ogni appuntamento vuole infatti coprire lo spettro completo dell’arte che comprende il critico che spiega, l’artista che crea, il museo che storicizza, il collezionista che tesaurizza, il gallerista che espone, i media che celebrano, il pubblico che contempla.

Achille Bonito Oliva

 

Diverse le novità di questa edizione che si apre con un’introduzione al tema della puntata con A.B.O. in una piazza romana. Le immagini sono state girate all’alba per esaltare la luce e la bellezza dei luoghi.

Dopo un video d’arte che introduce visivamente il tema della settimana, dallo studio Achille Bonito Oliva sviluppa il racconto di puntata, scandito da 2 interviste realizzate in esterna dal conduttore stesso con personalità del mondo dell’arte, e della cultura. La narrazione del critico d’arte vive accompagnandosi e alternandosi con una serie di servizi filmati con il compito di analizzare e precisare il quadro informativo e storico-contestuale. Nel corso di ogni puntata, Achille Bonito Oliva, dallo studio o in esterna, dedica spazi di approfondimento ad un celebre artista o un importante movimento artistico. Sul finale di trasmissione, una rubrica chiamata “Opera Aperta”, esamina un’opera d’arte vista come modello esemplificativo del tema della puntata. Achille Bonito Oliva saluta quindi il pubblico con la “morale della favola”, una breve frase ad effetto, posta come chiusura ideale di tutto il racconto.

La nuova edizione presenta  3 nuove rubriche, che andranno in onda ogni puntata:

“Arte e Mestieri” condotta dalla giornalista Marta Perego in cui intervisterà protagonisti di professioni collegate al mondo dell’arte: il restauratore di contemporaneo, il coloraio, la comunicazione, l’art blogger, l’editore, il collezionista, l’educatore. Marta Perego sarà anche la figura narrante delle schede di approfondimento.

Marta Perego

“Totomodo”: tratto dall’omonimo film di Bonito Oliva in cui il grande attore napoletano descrive i principali movimenti dell’arte contemporanea. Una involontaria storia dell’arte spiegata anche ai bambini.

“Il tallone di Achille”: a conclusione di ogni puntata A.B.O. dialoga con un’adolescente, Sveva Fratino, che giocosamente ripete una frase ermetica detta dal critico nel corso della puntata e ne chiede spiegazione. Il linguaggio di A.B.O. si semplifica e riesce a comunicare con efficacia anche con un pubblico meno avvezzo al linguaggio dell’arte

 

Fuori Quadro è un programma di Achille Bonito Oliva

scritto con Cecilia Casorati, Paola Marino, Alessandro Buccini

regia di Domenico De Orsi

produzione: Athena Produzioni srl

 

le puntate della nuova stagione

 

I – QUASI PER GIOCO

Nei linguaggi contemporanei, soprattutto a partire dalla stagione delle “Avanguardie”, il gioco può rivelarsi come elemento di sviluppo di nuovi spazi di creatività, soprattutto quando l’arte vuole rimettere in discussione le regole costituite e porsi come voce critica. Il gioco recita un suo ruolo nell’arte anche attraverso l’uso di tecniche di gioco infantile che determinano un superamento dell’arte come pura esecuzione accademica: Il dripping di Pollock, il frottage di Ernst, il bricolage di Duchamp. Il doppio di Boetti .

Ospiti: Daniel Buren – Sisley Xhafa

 

II – IL TERRITORIO MAGICO

Un sentimento di ricerca spirituale è presente da sempre nell’arte. In quella contemporanea l’opera e il pensiero di Wassily Kandinsky con la pubblicazione nel 1910 del volume “Lo spirituale nell’arte”, pone questi temi al centro del dibattito, nel presentimento di un’epoca e un’arte nuova. In seguto altri artisti con intenzioni, procedimenti e finalità diverse hanno evocato altre dimensioni più rivolte al recupero dell’immateriale.

Ospiti: Anish Kapoor – Hiroshi Sugimoto

 

III – ARTE E NATURA

L’arte è stata sempre rappresentazione della natura. Da Leonardo in avanti nasce un genere che si diffonde in tutta Europa. La Natura è un riferimento costante anche nella elaborazione delle nuove forme dell’arte.

Con l’ impressionismo l’artista esce dall’atelier, dal suo studio e va incontro a un rapporto diretto con la natura. Fino a diventare soggetto che l’artista contemporaneo tratta ed elabora per segnalarci anche l’importanza di una dimensione ecologica del vivere dove spesso la tecnologia, l’artificio tende ad azzerare le metamorfosi, i passaggi, la vitalità della natura stessa.

 

Ospiti: Wolfang Laib – Nagasawa

 

IV – SCONFINAMENTI

Esplorando diversi ambiti: cinema, musica, teatro, architettura ed altre discipline, sarà evidenziata l’influenza che l’arte ha avuto e continua ad avere suoi diversi linguaggi contemporanei.

Ospiti: William Kentridge – Antonio Marras

 

V – NUOVE GEOGRAFIE

L’ibridazione culturale non è un fenomeno nuovo, ma il suo impatto è crescente nella contemporaneità. Viviamo in un mondo meticcio, dove le dimensioni locali s’intrecciano con la dimensione globale. I confini vengono aggirati, gli individui aspirano a muoversi liberamente e si mescolano fra di loro, in un intreccio di lingue, etnie, idee, usi e costumi differenti con inevitabili conseguenze anche in ambito artistico

Ospiti: Mircea Cantor – Shilpa Gupta

 

VI – SELFIE

Il tema del sé attraversa tutta la storia dell’arte. La dimensione personale dell’artista e la sua affermazione d’identità attraverso l’opera. Dagli autoritratti che ricalcano i percorsi di vite accidentate come in Shiele, Kirchner, Frida Khalo a indagini sulla propria immagine da Bacon a Warhol sino a modalità meno esplicite di auto rappresentazione attraverso l’immaginario intimo dell’artista

Ospiti: Tracey Emin Vanessa Beecroft

 

VII – ERRATICI PERCORSI

La puntata affronterà il tema del viaggio, delle mobilità come elemento essenziale della globalizzazione, che stimola l’atteggiamento positivamente nomade dell’artista. Capace di viaggiare anche da fermo.

Ospiti: Lara Favaretto – Maya Bajevic

 

VIII – I NUTRIMENTI DELL’ARTE

La puntata affronterà il tema delle creatività legate al cibo e all’alimentazione. Dopo essere apparsi come motivi iconografici in dipinti a tema sacro, come le Ultime cene, gli alimenti assumono il ruolo di protagonisti di ricerche formali nelle “nature morte”, per poi diventare tema di pittura, e simboli di nuove socialità, con i Dejeuner sur l’ erbe degli Impressionisti. Futurismo, Dadaismo e Surrealismo hanno poi messo in scena gli oggetti della vita quotidiana, cibo compreso, aprendo la via alla Pop Art e alle sperimentazioni contemporanee che si aprono ad un’ idea di arte condivisa.

Ospiti: Rikrit Tiravanija – Gianfranco Barucchello