3 – Tributo a Rudolf Nureyev

Tributo a Rudolf Nureyev, il mito e la passione 
La prima monografia di Danza è dedicata alla leggenda della danza mondiale Rudolf Nureyev, il danzatore più applaudito della seconda metà del Novecento. A lui e al suo genio alcune tra le migliori stelle delle ultime brillanti generazioni della danza, hanno dedicato a Roma una serata danzante che ne ha ripercorso le tappe più significative della carriera. La serata di gala Tributo a Rudolf Nureyev ha visto sfilare in palcoscenico sia i più famosi brani classici da lui abitualmente danzati come La Bayadère o Il Lago dei cigni, sia pezzi creati apposta per il suo talento e firmati da sommi coreografi quali Maurice Béjart e Martha Graham. Tra i danzatori a festeggiare il ricordo di Nureyev all’Auditorium Parco della Musica erano presenti: Evgenia Obraztsova e Denis Rodkin del Bolscioi di Mosca, Vladimir Shklyarov e Maria Shirinkina del Mariinsky di San Pietroburgo, Denys Cherevychko e Maria Yakovleva dell’Opera di Vienna, Ashley Bouder e Joaquin De Luz del New York City Ballet, Friedmann Vogel del Balletto di Stoccarda, Oscar Chacon del Bejart Ballet di Losanna, Silvia Azzoni e Oleksandr Ryabko del Balletto di Amburgo, Lucia Lacarra e Marlon Dino del Balletto di Monaco di Baviera, Claudio Coviello del Teatro alla Scala di Milano, Maurizio Nardi della compagnia americana di Martha Graham. Tra gli italiani, infine, Giuseppe Picone, oggi divenuto una star internazionale.