Artisti Vari – “Omaggio a Domenico Modugno”

In una serata di spettacolo tutta dedicata al tema del “mare” non poteva mancare un omaggio a Domenico Modugno, attraverso un lungo segmento di programma che abbraccia idealmente le principali sponde dell’Italia del sud, che hanno accompagnato la sua carriera di cantante e attore: la natìa Puglia, la Sicilia, la Campania. La costruzione di questa parte di spettacolo è quasi un “musical”, con la partecipazione di Elisa Isoardi, Flavio Montrucchio, Sal Da Vinci, la compagnia Tarantarte e la presenza di alcuni contributi di repertorio con protagonisti lo stesso Modugno e pescatori siciliani: si comincia con “U pisci spada” interpretato da Flavio Montrucchio, cantata in quel dialetto siciliano così simile a quello appreso durante la sua adolescenza nel paese del Salento, San Pietro Vernotico, dove era andato a vivere seguendo il lavoro del padre; a proposito di Salento, segue una pizzica tradizionale, “Lu rusciu te lu mare”, interpretata dalla compagnia di danza Tarantarte; Sal Da Vinci ha poi il compito di cantare “Pasqualino Marajà”, ispirata proprio a un pescatore di Sorrento, luogo ospitante dell’evento; in chiusura del racconto dedicato a Modugno e al suo rapporto con il mare, un duetto di Flavio Montrucchio e Sal Da Vinci, sulle note della canzone “Delfini”, l’ultimo brano inciso dal cantautore prima di morire.